INCONTRI DI FORMAZIONE

Come ricordava la prof.ssa Lucangeli in una delle sue conferenze, un insegnante oggi insegna in media a 20 studenti per 3 o 5 anni per poi vederne altri 20 alla fine di ogni ciclo e così via per 40 anni di carriera. Facendo una stima approssimata al ribasso questo vuol dire che ogni insegnante alla fine della sua carriera ha avuto un impatto su circa 200 ragazzi.

Come psicologo, poter sostenere questi insegnanti nel far sì che la loro esperienza con quei ragazzi sia positiva dal punto di vista dell’apprendimento e dal punto di vista del sostegno alla crescita e all’educazione rappresenta per me uno degli obiettivi e delle sfide più importanti.

Negli anni ho avuto il piacere di confrontarmi con molti insegnanti, dai più reticenti ai più accoglienti, dai più conservatori ai più progressisti, dai quelli più autoritari a quelli più democratici, ma ho potuto notare che tutti loro condividono due principali obiettivi:

  1. IL BUON APPRENDIMENTO DEGLI STUDENTI
  2. IL BENESSERE NELLA CLASSE

Attorno a questi due nuclei ruotano le mie proposte formative che cercano di rispondere ai bisogni degli insegnanti in modo puntuale e più aggiornato possibile. Ecco di seguito alcune proposte:

  • DSA: FACCIAMO IL PUNTO - Aggiornamento sui disturbi specifici dell’apprendimento.

Gli insegnanti ad oggi formati in tema di Disturbi Specifici dell’Apprendimento sono per fortuna numerosi. Tuttavia, come la ricerca prosegue migliorando la conoscenza sul tema, anche la formazione necessita di continui aggiornamenti.

L’incontro della durata di 2 ore cerca di fornire una rapida panoramica sui DSA comprendendo aspetti teorici e pratici quanto più aggiornati possibile.

  • DOV’È IL PROBLEMA? Valutazione e potenziamento delle abilità scolastiche.

L’andare bene a scuola è determinato da una vasta costellazione di fattori che vanno dalle predisposizioni neurocognitive a fattori socio-emotivi, strategici e metacognitivi.

L’incontro della durata di 3 ore intende insegnare ad utilizzare alcuni strumenti valutativi dei processi di apprendimento (utili ad uno screening scolastico) e strutturare possibili percorsi di potenziamento delle abilità deficitarie.

  • STUDIARE MEGLIO – Come accompagnare allo studio

L’insegnante insegna e lo studente studia. Tale assunto è tanto lineare quanto irrealistico. Il buon insegnante sa che il suo ruolo è di insegnare ad apprendere e a studiare piuttosto che di travasare nozioni.

L’incontro della durata di 2 ore intende suggerire delle strategie di insegnamento utili a preparare gli studenti allo studio.

  • CHE FACCIO CON LUI? - Strategie d’intervento psicoeducative

Che fare con quella classe che ci fa dannare, come reagire davanti ai comportamenti oppositivi di quel bambino, come riuscire a far integrare quello studente che sta sempre per i fatti suoi.

L’incontro della durata di 2 ore vuole provare ad offrire delle strategie psicoeducative per tutte quelle situazioni in cui non si sa più che pesci pigliare.

Commenta

Sconto Erickson

Percorso